Mezcal Occupato

Mezcal Occupato

Short url: 

https://squ.at/r/qlj

Il Mezcal Squat è una casa illegalmente occupata. L’edificio, che faceva parte dell’ex Ospedale psichiatrico di Collegno, è stato occupato il 4 Agosto del 2006 da un gruppo di persone di ispirazione anarchica che aveva maturato la sua pratica di Autogestione negli squat torinesi e che approda al Manicomio dopo altre precedenti occupazioni.

In opposizione alla società moderna, che ogni giorno di più rivela il fallimento del sistema politico basato sulla democrazia, schiacciando uomini e donne tra la schiavitù del denaro e le illusioni di Televisione e Internet, l’obiettivo dell’occupazione è quello di creare uno spazio libero dove chiunque possa sperimentare un modo diverso di vivere da quello a cui siamo costretti ogni giorno, dove informazioni e idee possano circolare e diffondersi liberamente.

Dopo un lungo lavoro, che ha coinvolto innumerevoli persone, le stanze abbandonate all’immondizia della struttura manicomiale sono diventate ambienti creativi liberi di nuovo usufruibili da chiunque abbia volontà o idee. All’interno dello Squat non vengono richiesti soldi. Il Mezcal non è una attività commerciale ma è il frutto delle idee e dei desideri di tutte le persone che lo fanno vivere. Ogni Attività è basata sulla condivisione: ognuno, a seconda del tipo di iniziativa, porta qualcosa per condividerlo insieme agli altri. Questo tipo di pratica viene chiamata “Bellavita“, un nome che ricorre spesso nei volantini del Mezcal e di altre case occupate torinesi.

Laboratori e iniziative vengono organizzati in modo orizzontale tra chi è interessato a parteciparvi. Non ci sono capi o direttori. Questo è uno dei significati dell’oscura parola “Autogestione“: ognuno ha responsabilità di ciò che succede e di ciò che viene utilizzato. Il Mezcal non offre servizi di nessun genere. Non ci sono piccoli biglietti da pagare ma grandi responsabilità da acquisire.

Cosa vuol dire BELLAVITA?
TUTTE le attività all’interno del Mezcal sono basate sulla CONDIVISIONE.
Ognuno porta ciò che più gli piace, a seconda del tipo di iniziativa, per CONDIVIDERLO:
da bere, da mangiare o UN’IDEA da sviluppare INSIEME.

Questo tipo di approccio è stato chiamato ironicamente “Bellavita”. Un nome che è nato più di vent’anni fa ed è cresciuto nei vari Squat torinesi.

Il Mezcal Squat NON E’ UN LOCALE dove trovare il barista , il gestore o l’entrata a pagamento MA UNO SPAZIO LIBERATO, dove sperimentare attività e abolire i suddetti ruoli attraverso l’autogestione. Come potrete apprendere in altre sezioni di approfondimento, per ristrutturare l’ex-OPG e creare gli spazi e laboratori che ora sono presenti all’interno dello Squat non è mai stato chiesto denaro a nessuno e non sono stati ricevuti finanziamenti di nessun genere. I materiali sono stati donati o recuperati insieme a persone solidali con il progetto e la realizzazione è funzionata allo stesso modo cioè tramite la condivisione di materiali e di saperi. Non abbiamo la presunzione di vivere in un’isola felice ma cerchiamo ogni giorno di creare rapporti liberi che si oppongano a questo esistente repressivo e opprimente.

PER AVERE RAPPORTI NON MEDIATI DAL DENARO MA BASATI SULLA CONDIVISIONE
PERCHE’ UNO SPAZIO OCCUPATO NON E’ UNA ATTIVITA’ COMMERCIALE

Ogni Mercoledì, dal pomeriggio fino a tarda sera, il Mezcal Squat è aperto per la cena “Bellavita“: la cucina è aperta a tutti, ognuno porta qualcosa da bere e/o mangiare, si cucina e si mangia tutti insieme senza denaro.

Questa è l’iniziativa fissa della casa dal 2006. Spesso viene arricchita con appuntamenti culinari a tema, proiezioni, presentazioni di libri o dibattiti. Inoltre è un’occasione per chi volesse conoscere dal vivo lo Squat, fare proposte o avere informazioni per altre iniziative.

opening times: 

Ogni Mercoledì, dal pomeriggio fino a tarda sera, il Mezcal Squat è aperto per la cena “Bellavita

categories: 

  • action/protest/camp
  • course/workshop
  • discussion/presentation
  • film
  • meeting
Mezcal Occupato
Parco della Certosa, Collegno
Italië

Wegbeschrijving: 

Dagli ingressi principali del Parco della Certosa (lato Est:Corso Pastrengo, lato Ovest: Via Martiri XXX Aprile) entrate nel parco e seguite la strada o il sentiero fino a raggiungere la grande rotonda verde (centro del Parco).

Squat: 

Presently squatted